News

Novità e approfondimenti a cura della Dott.ssa Tumminia

I Vampiri energetici ( seconda parte)

Perché sono così pericolosi?

La pericolosità del rapportarsi con questa tipologia di persone consiste nella continuità nel tempo del contatto relazionale. L’energia che ci toglie, non si manifesta istantaneamente, avvenendo invece subdolamente poco per volta, giorno dopo giorno, fino a sentirsi del tutto “svuotati”, privi di forze.

Esistono diverse tipologie di “vampiri energetici”, anche se spesso l’interazione di più modalità comportamentali è presente nello stesso soggetto.

Colui che rifaccia ogni cosa, (“ho fatto questo per te, tu cosa fai per me”? oppure ” non lo faccio perché neanche tu lo hai fatto”), mira a sottrarre energia all’altro tramite lo svilimento….

La persona perennemente negativa , il pessimista per eccellenza che adotta la lamentela costante come modalità di “sfida” verso l’altro opposto a sé, nel tentativo di “correggergli” la propria visione della vita positiva, spesso ironizzando  su questo e definendo il “finto avversario” illuso ed ingenuo (al solo fine di alimentarsi della spossatezza e stanchezza comunicativa che ingenera nell’altro).

La categoria maggiormente in espansione in questa epoca fortemente competitiva è quella dell’invidioso: è una delle tipologie peggiori di “vampiri energetici”, riuscendo ad esporre il proprio malessere verso la felicità dell’altro non solo tramite la comunicazione verbale ma anche il comportamento non verbale: lo “sguardo cattivo”, irritazioni cutanee, esplosioni comportamentali incontrollate, visibili all’interlocutore “invidiato” spesso fortemente demoralizzato e svuotato dal male gratuito inferto dall’altro; correlato, ma non per forza, l’invidioso è anche sarcastico: il sarcasmo deridente utilizzato verso l’Interlocutore è una delle modalità che possiamo a tutti gli effetti far rientrare nella categoria delle “violenze psicologiche”, finalizzate a togliere valore all’altro con ironico disprezzo, un altro in realtà spesso considerato, in maniera inaccettabile, superiore a se stesso per intelligenza, capacità, o carisma.

Esistono anche vampiri psicologici molto più subdoli, adottando strategie comportamentali palesate all’esterno su un versante positivo, inizialmente quindi molto approvato. È la categoria, ad esempio, del Vampiro Energetico moralista, quello che attira a sé “adepti” da indottrinare tramite il proprio esempio esemplare di vita con fine nascosto di togliergli energia vitale cercando di farli sentire “eticamente inadeguati” cibandosi e riempiendosi dalla carenza altrui. Lo stesso vale per colui che si preoccupa sempre degli altri, fino all’eccesso, appellandosi al senso di colpa fondato su una spiccata ( funzionale in realtà) morale, che lo costringe a muoversi proattivamente verso qualsiasi persona immaginata come “inferiore” a sé e bisognosa d’aiuto; seppur l’intento potrebbe in apparenza sembrare dettato da fini altruistici, in realtà lo scopo è sempre quello di innalzare tramite la mancanza dell’altro il proprio fragile io.

Questi sono solo esempi diversificati delle migliaia di tipologie di vampiri energetici da allontanare da sé immediatamente, non avendo possibilità di apportare nulla di buono nella vita di chi li incontra …

Il “Disturbo Post Traumatico da Stress” ( PTSD ): cosa può accadere “dopo” una situazione di emergenza e come affrontarlo

Non tutti a seguito di un evento traumatico di entità molto significativa subìto in prima persona od in cui è rimasto

Il lavoro in modalità “Smart working”: vantaggi, rischi psicologici e come fronteggiarli

Aziende da piccole a grandi , fino a multinazionali, si sono trovate in questo periodo di emergenza sanitaria  a dover confinare …