News

Novità e approfondimenti a cura della Dott.ssa Tumminia

Quale vacanza fa bene alla mente e al corpo?

LE REGOLE  FONDAMENTALI….UNA FRA LE ALTRE: NON FARE VACANZE “DIMOSTRATIVE”, FAI VACANZE “MOTIVATE”.

Tempo di vacanze, tempo di far emergere quelle che sono le proprie verità circa sicurezze ed insicurezze personali, perfino le vacanze vanno a riflettere quella che è la società attuale con tutte le sue fragilità …

Diamoci delle regole base per poter fare una crescita evolutiva anche nel modo di fare vacanza ricordandoci che, soprattutto questo periodo , è un momento idoneo per “ritrovarsi” “rigenerarsi”, NON per “dimostrare” e “mostrare” agli altri….non serve a nulla gareggiare a chi fa di più  , è stressante e non fa evolvere,  lavora anche tu per poter distinguerti estinguendo la società dell’apparenza……

Regole base per “vacanze evolutive per la propria leggerezza interiore”

  1.  NON SI PARTE QUANDO PARTONO GLI ALTRI PER DIMOSTRARE DI ESSERE “UGUALI” , SI PARTE QUANDO SI È STANCHI
    Nella società in cui sempre di più si cerca di adeguarsi al gruppo/ massa cercando di fare più quello che gli altri si aspettano che ciò che in realtà si sente come spontanea volontà,  sarebbe opportuno non dimenticare che secondo i principi della psicosomatica il corpo non mente mai: a cosa serve , ti serve per il tuo benessere psicofisico  muovere progetti più a scopo dimostrativo che per motivazione reale? Parti quando ne senti la necessità, non quando gli altri si aspettano che  tu lo faccia,   il corpo risente sempre, facendolo notare,  ciò che non è agìto come sentito.
  2. NON C’È BISOGNO DI INDEBITARSI PER  MOSTRARE LE MALDIVE SUI SOCIAL !! ( è provato che molti arrivano anche a questo!)  LA VACANZA È ANCHE SEMPLICEMENTE “STACCARE” DALLA VITA QUOTIDIANA E RIPOSARSI IN QUALSIASI LUOGO
    La Vacanza per considerarsi “rigenerante” non comporta il raggiungimento di un luogo specifico, semplicemente implica  staccare dalla vita quotidiana, svolgere attività rilassanti,  assaporare  la semplicità della  vita non programmata ,  “senza sveglia” , liberi di scegliere di ritrovare leggerezza in qualsiasi luogo si decida e/o si possa andare
  3.  RICAVA DEGLI SPAZI IN SOLITUDINE  PER RITROVARE TE STESSO
    Nella società in cui sempre di più si cerca di adeguarsi al gruppo/ massa cercando di fare più quello che gli altri si aspettano che ciò che in realtà si sente come spontanea volontà,  sarebbe opportuno non dimenticare che secondo i principi della psicosomatica il corpo non mente mai: a cosa serve , ti serve per il tuo benessere psicofisico  muovere progetti più a scopo dimostrativo che per motivazione reale? Parti quando ne senti la necessità, non quando gli altri si aspettano che  tu lo faccia,   il corpo risente sempre, facendolo notare,  ciò che non è agìto come sentito.
  4. È PRODUTTIVO (  per chi potesse in base alla tipologia di attività lavorativa) PER IL BENESSERE PSICOFISICO, NON FARE UNA VACANZA CONTINUATIVA DI UN MESE MA TANTE PICCOLE VACANZE FRAMMENTATE
    Essendo immersi in routine lavorative  , durante l’intero anno, per lo più stressanti , che abituano a ritmi di vita quotidiani frenetici,  sarebbe ideale, laddove si potesse,  non “sconvolgere completamente”  la possibilità di riadattamento  psico-organico alla vita solita facendo , invece, tante piccole vacanze di 7/ 10 giorni . Sarebbe ideale per riposarsi quanto basta e ripartire , senza appunto passare dalle 8 ore di lavoro ( per almeno 7 mesi di fila ) a ritmi completamente diversi , attuare cambiamenti  “stacco-ripresa” alternati in grado di permettere un più facile recupero del ritmo ambientale . Ovviamente ogni esigenza è diversa da individuo ad individuo, nonostante sia ormai dimostrato e comprovato come la vacanza prolungata porti in molti casi ad un recupero più lento ed un possibile stress lavorativo da rientro della durata di più di un mese, cosa non solita, invece, nei casi di vacanze alternate in luoghi diversi
  5. RECUPERA I CONTATTI SOCIALI
    Siamo esseri sociali, le persone sono importanti : la vacanza è l’occasione per risentire le personeche da tempo non vediamo e/o non sentiamo,  per andare a trovare amici e parenti lontani, per approfondire rapporti rimasti in sospeso, si è più facilmente predisposti a riflettere sull’importanza delle persone nella nostra vita
  6. DEDICATI AL RECUPERO DEL TUO HOBBY PREFERITO
    La prima legge del mantenimento della serenità interiore: conservare tutto ciò che già sappiamo farci bene ( persone, hobby, situazioni), eliminare tutto ciò che ci fa male.L’estate è proprio l’occasione per poter dedicarci al potenziamento del nostro hobby preferito : ascoltare musica, leggere libri, fare sport, stare in compagnia, …….: anche l’anima ha bisogno di fare vacanza!!!!
  7. STAI IN MEZZO ALLA NATURA
    Che si tratti di mare, montagna, lago , il contatto con la natura è quanto di più terapeutico possa esserci per rigenerarsi .  La natura fa bene ad ogni parte di noi, al soma , alla mente .Se si è costretti a stare in città , non dimenticate di fare comunque delle escursioni in posti in cui la natura superi il cemento!!!

 

FELICI VACANZE!!!!!!

Il “Disturbo Post Traumatico da Stress” ( PTSD ): cosa può accadere “dopo” una situazione di emergenza e come affrontarlo

Non tutti a seguito di un evento traumatico di entità molto significativa subìto in prima persona od in cui è rimasto

Il lavoro in modalità “Smart working”: vantaggi, rischi psicologici e come fronteggiarli

Aziende da piccole a grandi , fino a multinazionali, si sono trovate in questo periodo di emergenza sanitaria  a dover confinare …